Intreccio è la magia di un’unione, è guardare il mondo con occhi nuovi, rivolgerci a ciò che è diverso da noi e capire che, in fondo, ci parla e non è poi così distante. In questo tempo strano di respiri sospesi e corpi lontani, possiamo ritornare a stare insieme a piedi nudi sull’erba e ricordarci il valore di essere legati l’un l’altro oltre schemi, confini e soprattutto, oltre l’uomo, verso nuove alleanze. Un luogo lontano dalla città, dove possiamo ritrovare l’essenza delle cose e di noi stessi, dove possiamo rinascere ed essere chi vogliamo. Non resta che abbandonarsi agli incantesimi, soprattutto quelli della natura, e all'illusione di catturare il tempo.